Melaleuca,  Oli essenziali singoli

Melaleuca

La Melaleuca alternifolia non è altro che il famigerato “Tea Tree” o Albero del the. Il prodotto di dōTERRA è estratto – per distillazione in corrente di vapore – dalle foglie di questo albero. I suoi principali costituenti chimici sono: alpha e gamma terpinene, terpinen-4-olo e 1,8 cineolo e le sue proprietà più importanti sono: antisettiche, antibatteriche, antifungine, antiparassitarie, antivirali, analgesiche e decongestionanti.

Le foglie dell’albero della melaleuca sono state utilizzate per secoli dagli aborigeni per curare i tagli, le ferite e le infezioni cutanee. Con 12 volte il potere antisettico del fenolo, ha alcune e forti proprietà rafforzanti del sistema immunitario.

 

Proprietà generiche

Analgesico

Antibatterico (lo stafilococco aureo resistente alla meticillina e lo stafilococco aureo sensibile alla meticillina presenti nei biofilm sono stati sradicati con una soluzione di olio dell’albero del the, nonché con 5 su 9 stafilococchi coagulasi-negativi (Brady et al., 2006); 66 isolati di “staphylococcus aureus”, compresi 64 ceppi di SARM, sono stati inibiti dall’olio essenziale melaleuca (Carson et al., 1995); Cox et al, 2000; (Edwards-Jones et al., 2004); (Ferrini et al., 2006); (Hammer et al., 1996); (Hammer et al., 2008); (Kwieninski et al., 2009).

Antifungino (si è osservato che la melaleuca inibisce 301 differenti tipi di lieviti isolati dalla bocca di pazienti malati di cancro avanzato, inclusi 41 ceppi resistenti alle medicine antimicotiche (Bagg et al., 2006); inibisce inoltre 11 tipi differenti di Candida (Banes-Marshall et al., 2001); si è rilevato che l’applicazione topica di melaleuca pura al 100% a onicomicosi (nota come tinea) ha risultati simili all’applicazione topica di una soluzione all’1% di clotrimazolo (farmaco antimicotico) (Buck et al., 1994); si è osservato pure che altera le proprietà della membrana e le funzioni delle cellule di “candida albicans”, inibendole o uccidendole (Hammer et al., 2004); (Mondello et al., 2006); si è osservato che i pazienti affetti da tinea pedis (piede d’atleta) presentavano un tasso di guarigione e una risposta clinica superiori se trattati in modo topico con una soluzione di melaleuca a 25% o 50% rispetto al controllo (Satchell et al., 2002); (Cháfer et al., 2012).

Antinfettivo

Antinfiammatorio (si è osservato che riduce il gonfiore causato da risposte di ipersensibilità (Brand et al., 2002); riduce la produzione di specie reattive di ossigeno, nei neutrofili, a indicare un’azione antiossidante e una ridotta secrezione di interleuchina 2, riducendo al contempo la secrezione di interleuchina 4 (Caldefic-Chézet et al., 2006); (Golab et al., 2007); si è osservato che il componente idrosolubile terpinen-4-olo di melaleuca sopprime la produzione di mediatori proinfiammatori nei monociti umani (un tipo di globulo bianco del sistema immunitario) (Hart et al., 2000); applicato su vesciche e dermatiti indotte da agenti istaminici su volontari umani riduce il volume medio delle vesciche rispetto a un controllo (Koh te al., 2002).

Antiossidante

Antiparassitario

Antisettico (forte)

Antivirale (gli oli essenziali di melaleuca ed eucalipto hanno mostrato l’abilità di inibire il virus dell’Herpes simplex (Schnitzler et al., 2001).

Decongestionante

Digestivo

Espettorante

Immunostimolante

Insetticida

Neurotonico

Rigenerativo per i tessuti

Stimolante

 

Usi primari

Acne (T) (si è osservato che un gel topico con il 5% di melaleuca è altrettanto efficace di una lozione di perossido di benzoile (un composto chimico comunemente usato per trattare l’acne) al 5%, con minori effetti indesiderati (Bassett et al., 1990); inoltre lo stesso gel è più efficace del placebo nella prevenzione delle lesioni da acne comune e nella riduzione della sua gravità (Enshaieh et al., 2007); si è osservato che melaleuca e alcuni dei suoi componenti principali sono attivi contro il “propionibacterium acnes”, un batterio coinvolto nella formazione dell’acne e contro due tipi di batterio da stafilococco (Raman et al., 1995); Allergie (T), Aneurisma (T, A), Piede d’atleta (T), Infezioni batteriche (T), Foruncoli (T) (in una sperimentazione sugli uomini, la maggior parte dei pazienti sottoposti a trattamento con melaleuca utilizzato in modo topico sui foruncoli ha mostrato guarigione o riuzione dei sintomi: mentre tra quelli che non si erano sottoposti al trattamento (controllo) metà hanno richiesto l’intervento chirurgico, mentre tutti gli altri hanno mostrato ancora segni di infezione (Feinblatt et al., 1960); Bronchite (T, A), Candida (T), Afte (T), Carie (T), Varicella (T, A), Detergente (A), Herpes labiale (T), Raffreddori comuni (T, A), Tosse (A, T), Tagli (T), Dermatite/Eczema (T), Occhi secchi – che prudono (A), Infezioni alle orecchie (T), Mal di orecchie (T), Influenza (A, T) (uno studio in vitro ha rilevato che il concentrato di melaleuca alternifolia può disturbare la normale fusione con la membrana cellulare da parte dei virus dell’influenza e inibire l’ingresso nella cellula ospite (Li et al., 2013), Infezioni fungine (T), Gengivite (T), Epatite (A, T), Herpes simplex (T), Orticaria (T), Sistema immunitario (stimolante (T, A), Ferite infette (T, A), Infezioni (T), Infiammazioni (A, T), Tinea cruris (T), Pidocchi (T), SARM (T), Parotite (A, T), Infezioni delle unghie (T), Congiuntivite (T, A), Eruzioni cutanee (T), Dermatofitosi (T), Rosolia (T), Scabbia (T), Herpes zoster (T), Traumi (T), Gola infiammata (T, A), Infezioni da stafilococco (T), Ustioni solari (T), Candidosi (T), Tonsillite (A, T), Infezioni vaginali (T), Ulcera varicosa (T), Infezioni virali (T, A), Verruche (T), Ferite (T).

 

Melaleuca può inoltre aiutare con il piede d’atleta, bronchite, raffreddori, tosse, diarrea, influenza, malattia periodontale (delle gengive), eruzione cutanea, guarigione della pelle, mal di gola, ustioni solari, tonsillite, candidosi vaginale, in caso di ustioni, digestione, isteria, malattie infettive, acari e zecche.

 

Livello emotivo

(secondo il libro Emotions and Essential oils)

Melaleuca è definita l‘olio dei confini energetici. Disinfettante per natura, la Melaleuca, rimuove il bagaglio energetico negativo; nello specifico aiuta a lasciare andare i rapporti parassitici o codipendenti, insomma, tutte quelle relazioni tossiche che possono essere con persone, microorganismi o esseri spirituali. La Melaleuca può aiutare a rompere questi legami negativi così da poter formare nuove connessioni e sane stimolando la costruzione di confini energetici, rinforzare la volontà, la resilienza, il rispetto per il volere degli altri, senza soffocare se stessi.

 

 

T = uso topico, applicare diluito direttamente sull’area da trattare o sui punti riflessi; A = uso aromatico, diffondere o inalare l’aroma; I = uso interno, mettere un paio di gocce sotto la lingua o assumere in capsula.

Questo contenuto è a solo scopo informativo e non è destinato a diagnosticare, trattare o curare alcuna malattia. Si consiglia di consultare un medico per affrontare specifici problemi di salute che potreste avere.

 

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!